Magazine

Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo

Dal 2007, il 2 aprile di ogni anno viene dedicato alla sensibilizzazione sull’autismo e, in particolare, sui diritti delle persone con disturbi dello spettro autistico.

CHE COSA SONO I DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO?

Si tratta di un insieme di disturbi pervasivi del neurosviluppo che comportano problemi nell’ambito del linguaggio, della comunicazione e dell’interazione sociale. Le persone che ne sono affette seguono solitamente degli schemi comportamentali rigidi e stereotipati, i loro interessi sono limitati a specifici argomenti e le loro attività sono spesso legate a una routine estremamente ripetitiva.

I sintomi possono comparire già nei primi due anni di vita, anche se le forme più lievi di autismo possono essere diagnosticate anche in età scolare. Visite mediche, osservazioni e segnalazioni da parte dei genitori rappresentano il primo passo verso la diagnosi, confermata poi attraverso test clinici. I sintomi e la loro gravità si possono manifestare in modo molto differente da persona a persona, quindi anche i bisogni specifici e il grado di necessità di sostegno sono variabili.

LE CAUSE

Le cause alle quali rimandare l'autismo sono ancora perlopiù sconosciute, anche perché la pluralità di sintomi fa sì che ogni soggetto sia quasi un caso a sé. È certo che vi sia una componente ereditaria, mentre non sembrano esserci correlazioni con influenze da parte di fattori esterni dopo la nascita.

Si ritiene che i disturbi derivino da un'alterazione nello sviluppo del sistema nervoso centrale e, in particolare, da anomalie nei neuroni e nelle loro connessioni. La ricerca scientifica si è orientata negli anni quindi sui fattori genetici e sullo studio del cervello.

I DATI

Secondo quanto riportato dall’Osservatorio Nazionale per il monitoraggio dei disturbi dello spettro autistico, in Italia 1 bambino su 77 di età compresa tra i 7 e i 9 anni presenta un disturbo dello spettro autistico. È stata inoltre rilevata una prevalenza nei maschi, in cui l’incidenza è di 4,4 volte maggiore rispetto alle femmine.

Sono dati importanti, che ci fanno capire quanto sia necessario garantire alle famiglie il giusto e dovuto supporto a livello non solo di sanità, ma anche di servizi educativi e sociali. Una diagnosi precoce e la garanzia di tutte queste risorse sono essenziali per permettere ai bambini una crescita, per quanto possibile, volta allo sviluppo di una certa autonomia e all'integrazione nella società. La mancanza di questi elementi può infatti portare allo sviluppo di una grave disabilità.

Informazione e sensibilizzazione rappresentano i primi passi per tutelare, garantire i diritti e assicurare il miglior futuro possibile alle persone affette dai disturbi dello spettro autistico. È questo il senso fondamentale della Giornata Mondiale della Consapevolezza dell'Autismo: non restiamo indifferenti!

Facebook
Twitter
LinkedIn
OGNI COSA È ILLUMINATA.
OGNI COSA È ILLUMINATA.
Carrello